lunedì 20 luglio 2020

Costituzione ed esecuzione penale

Download free (Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale) del testo eBook (Lilli M., 2019), dal titolo “La Costituzione e l’esecuzione penale. Dalla collaborazione con la giustizia ai benefici premiali” (ISBN 9788890945335). Appendici di “Sociologia Contemporanea” (ISSN 2421-5872). Una pubblicazione in via principale rivolta a studenti ma anche a quanti hanno interesse a temi che legano società, diritto e politiche criminali, queste ultime anche intese come quell'insieme complesso di procedure finalizzate a depenalizzare talune fattispecie di reato con la creazione di nuove che tengano conto del mutato contesto sociale. Costituzione della Repubblica Italiana, Principi Fondamentali: Articolo 2. “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. Articolo 3. “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Pagina Book ed eBook.

martedì 14 luglio 2020

Tutela del consumatore

Spesso capita di trattare e riflettere su questioni sociali particolarmente complesse e di trascurarne altre poiché, appunto, date per scontate. Ma non è così, o comunque non sempre è così. Per esempio: cosa caratterizza da secoli la sopravvivenza dell’uomo se non una corretta alimentazione? E allora, a proposito di pane, alimento essenziale per definizione, una cosa è l’acquisto di pane «ottenuto da un processo produttivo unitario completato in una sola giornata», il cosiddetto pane fresco, ed altro è «l’acquisto di pane ottenuto da un processo produttivo che viene interrotto per consentire il surgelamento del prodotto in vista di un posticipato completamento della sua cottura», il cosiddetto pane conservato. Sicché, il «consumatore ha il diritto di ottenere una informazione specifica e precisa circa i due differenti prodotti, onde non può affermarsi che il primo corrisponda al secondo», in quanto diverso è il rispettivo processo produttivo (cfr. Corte di Cassazione, Sez. II Civile, Ordinanza 14712/2020).

martedì 23 giugno 2020

Commissione parlamentare di inchiesta

Commissione parlamentare di inchiesta sui fatti accaduti presso la comunità toscana finita al centro di processi per maltrattamenti e abusi sessuali. Audizione del Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Firenze. Compito della Commissione, con gli stessi poteri e limitazioni dell’autorità giudiziaria, è quello di esaminare la gestione della comunità con particolare riguardo all'accertamento dei fatti e delle ragioni per cui le varie pubbliche amministrazioni abbiano proseguito ad accreditare la struttura nonostante i pregressi provvedimenti giudiziari. Lunedì 22 Giugno 2020, registrazione a cura di Radio Radicale.
° ° ° ° °

venerdì 12 giugno 2020

Diffamazione a mezzo stampa

La Corte costituzionale ha esaminato le questioni di legittimità sollevate con riferimento alla pena detentiva prevista in caso di diffamazione a mezzo stampa, riguardo, in particolare, all'articolo 21 della Costituzione e all'articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. La Corte, rilevato che la soluzione delle questioni richiede una complessa operazione di bilanciamento tra la libertà di manifestazione del pensiero e la tutela della reputazione della persona, diritti entrambi di importanza centrale nell'ordinamento costituzionale, ha affermato che è urgente una rimodulazione di questo bilanciamento alla luce delle indicazioni della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e che dunque spetta in primo luogo al legislatore porre rimedio. Sicché, in attesa della futura decisione della Corte, restano sospesi i procedimenti penali nell'ambito dei quali sono state sollevate le questioni di legittimità discusse, dando un anno di tempo per consentire al parlamento di intervenire (cfr. Comunicato del 9 giugno 2020 della Corte costituzionale).

lunedì 8 giugno 2020

Proposta di disegno di legge

Proposta di disegno di legge sulla regolamentazione della professione di sociologo è il titolo completo di questo contributo, pensato poiché in questi ultimi mesi sembra si sia venuta a creare un’aria un poco pesante e turbolenta nell'ambito dei sociologi italiani, a partire dai laureati in discipline sociologiche e affini che hanno manifestato dissensi vari sia all'interno che fuori dalle associazioni più rappresentative del settore. Personalmente, il mese scorso ho pubblicato un altro modesto contributo dal titolo “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”, nel quale, seppur non citando esplicitamente la figura del sociologo, ho rappresentato l’excursus che ha portato anche alla emanazione della Legge 14 gennaio 2013, n. 4, (Disposizioni in materia di professioni non organizzate), in Gazzetta Ufficiale n. 22 del 26 gennaio 2013. Prosegui la lettura qui.